𝗖𝗢𝗥𝗢𝗡𝗔𝗩𝗜𝗥𝗨𝗦 – 𝗦𝗧𝗢𝗣 𝗠𝗨𝗧𝗨𝗜 – 𝗙𝗔𝗖𝗖𝗜𝗔𝗠𝗢 𝗖𝗛𝗜𝗔𝗥𝗘𝗭𝗭𝗔!!


𝗜𝗡 𝗖𝗛𝗘 𝗖𝗢𝗡𝗦𝗜𝗦𝗧𝗘? - Stop al pagamento di 18 rate - interessa lavoratori dipendenti, collaboratori e titolari di partita Iva colpiti dalla crisi. - Riguarda i mutui per l’acquisto della prima casa per un valore massimo dell’immobile di 250mila euro. - Non esiste un limite di reddito da dimostrare con l’Isee. - L’agevolazione durerà fino a dicembre 2020.


𝗜𝗡 𝗙𝗔𝗩𝗢𝗥𝗘 𝗗𝗜 𝗖𝗛𝗜? 1) Chi ha visto cessare il proprio rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato o per chi è cassa integrazione superiore a 30 giorni: 2) chi ha visto cessare il proprio rapporto di lavoro parasubordinato, di rappresentanza commerciale o di agenzia; 3) in caso di morte del titolare del mutuo o di riconoscimento di grave handicap o invalidità superiore all’80%; 4) per tutti gli gli autonomi con riduzione del fatturato di oltre il 33% dal 21 febbraio 2020


𝗖𝗢𝗠𝗘? La domanda di sospensione delle rate del mutuo va presentata alla stessa banca erogatrice del finanziamento, compilando il modulo ufficiale disponibile sul portale Consap SPA e allegando la documentazione necessaria ad attestare il verificarsi delle condizioni. La banca inoltra poi l’istanza alla Consap, che fa le sue verifiche e rilascia entro 15 giorni lavorativi il nulla osta.

𝙄𝙡 𝙢𝙤𝙙𝙪𝙡𝙤 𝙙𝙞 𝙞𝙨𝙩𝙖𝙣𝙯𝙖 𝙖𝙜𝙜𝙞𝙤𝙧𝙣𝙖𝙩𝙤


http://www.dt.mef.gov.it/export/sites/sitodt/modules/documenti_it/interventi_finanziari/interventi_finanziari/ModuloSospensioneMutui2020.pdf


Ulteriori modalità attuative verranno indicate dal MEF con decreto.



#coronavirus #legge #covid19 #mutui #sospensione

4 visualizzazioni0 commenti